infanzia-felice

Perchè i capelli cadono dopo il parto?

Quando la donna partorisce c’è un calo repentino degli estrogeni. Questa brusca variazione determina, in genere 3-4 mesi dopo il parto, una caduta abbastanza copiosa dei capelli. Ecco come fare.

Perché dopo il parto i capelli cadono in abbondanza?

Quando la donna partorisce c’è un calo repentino degli estrogeni, mentre si riattivano i vari ormoni che c’erano prima della gravidanza, tra cui il testosterone. Questa brusca variazione determina, in genere 3-4 mesi dopo il parto, una caduta abbastanza copiosa dei capelli – che in termini tecnici si chiama defluvium post-partum – che si vengono a trovare in gran parte nella fase di telogen (la fase finale del ciclo di vita del capello, che ne comporta la caduta).

Agli sbalzi ormonali si aggiungono la stanchezza e lo stress che spesso accompagnano la donna nel delicato periodo del post-parto, più eventuali carenze nutrizionali (soprattutto di ferro) e possibili sbalzi dei valori tiroidei, che possono completare il quadro ed accentuare il defluvium.

Che fare se cadono? Innanzitutto tranquillizzarsi: il defluvium post-partum è un processo fisiologico e temporaneo, che dura circa 3 mesi e che passa spontaneamente. Trascorso questo periodo, i capelli ricominciano a crescere e la chioma ritorna folta come prima.

Se la caduta sembra particolarmente copiosa, può essere consigliabile rivolgersi al dermatologo, che in prima battuta valuterà se ci sono fattori concomitanti, come anemia o sbalzi tiroidei. Se lo ritiene opportuno, prescriverà integratori con sostanze rinforzanti, come cistina, vitamina B, omega 3 e 6, antiossidanti. No a questi integratori però in gravidanza e allattamento: in questo periodo è preferibile assumere integratori specifici per la mamma, che contengono un mix di vitamine e sali minerali che fanno bene anche alla salute del fusto e del bulbo.

Un valido aiuto possono darlo anche le lozioni topiche, che contengono sostanze vasodilatanti, più vitamina B, PP, aole, che migliorano la microcircolazione e fortificano il bulbo; nella fase acuta di caduta consiglio tuttavia di evitarle, ma solo perché il frizionamento potrebbe darci l’impressione di far cadere ancor di più i capelli, e questo non aiuta certo a livello psicologico!

Consulenza di Marcella Rituffo, dirigente medico presso l’Istituto Dermopatico dell’Immacolata (IDI) di Roma.

FONTE: http://www.nostrofiglio.it/gravidanza/salute-e-benessere/capelli-post-parto-perche-cadono

SYDNEY, AUSTRALIA - AUGUST 01:  In this photo illustration a man smokes on August 1, 2013 in Sydney, Australia. In a plan announced today, the government will increase the excise on tobacco by 12.5 per cent annually over the next four years, raising over AUD$5 billion. The hike is estimated to increase the cost of cigarettes by AUD$5 by 2016, and is the first increase in the tobacco excise since 2010.  (Photo by Cameron Spencer/Getty Images)

Fumare fa perdere i capelli?

Le sigarette alterano il modo incisivo il flusso di sangue che viene pompato verso i follicoli del cuoio capelluto, ed è per tale ragione che il fumo di sigaretta viene considerato uno dei nemici primari per i nostri capelli, in quanto responsabile dell’eccessiva caduta di capelli e conseguente calvizie negli uomini.

Uno studio condotto dai ricercatori del Far Eastern Memorial Hospital di Taipei ha rivelato che il fumo di sigaretta, al di là dei danni che causa all’organismo, apporta danni anche all’aspetto estetico. Infatti il fumo di sigaretta oltre ad incidere sull’invecchiamento precoce, pare che incida anche sui capelli determinando una caduta di capelli precoce soprattutto nell’uomo.

La ricerca accusa il fumo della caduta di capelli precoce

La ricerca è stata condotta su 740 individui di sesso maschile con età compresa tra i 50 ed i 65 anni e tutti diorigine asiatica . La scelta di considerare uomini di origine asiatica (metà fumatori e metà non), per lo studio in questione, è stata fatta in virtù del fatto che gli uomini asiatici vantano da sempre folte e resistenti chiome anche da anziani, a differenza di europei e americani, che spesso sono afflitti dal problema della caduta di capelli e della calvizie anche in giovane età.

I test effettuati sul campione di individui asiatici hanno mostrato che, al pari di cattiva alimentazione e di eccessivo stress, il fumo altera il modo in cui il sangue viene pompato verso i follicoli nel cuoio capelluto, portando così alla perdita di capelli e alla conseguente calvizie maschile.

Un’altra buona ragione per smettere di fumare!

FONTE: http://www.medimagazine.it/caduta-di-capelli-anche-colpa-del-fumo/

alimenti

Alimenti contro la caduta dei capelli

Contro la caduta dei capelli vari sono gli alimenti indicati e suggeriti dagli esperti, poichè una corretta alimentazione è senza ombra di dubbio fondamentale in qualsiasi caso per migliorare la situazione dei capelli. Il momento in cui un uomo e una donna si rendono  conto che il loro lavandino contiene molto più capelli di quanto siano abituati a vedere solitamente, anche dopo una vigorosa spazzolatura, è un giorno decisamente negativo per tutti, perchè la caduta dei capelli è spesso associata all’invecchiamento o ad una condizione di debolezza del corpo. Il numero delle donne colpite sembra essere in costante aumento.